Manutenzione delle scarpe

Manutenzione delle tue scarpe ASOLO.

Step 1: Pulizia delle scarpe

  • Dopo ogni utilizzo, assicurati di lasciare asciugare le scarpe in maniera appropriata.

  • Prima di pulire le scarpe, rimuovi i sottopiedi ed i lacci per riuscire a pulire tutti i bordi e gli angoli nascosti, come ad esempio la lingua e il soffietto.

  • Le scarpe da trekking dovrebbero essere pulite con una spazzola e dell’acqua tiepida così da rimuovere lo sporco e il fango prima di applicare i prodotti per il condizionamento.

  • Consigliamo di utilizzare un prodotto specificamente designato per rimuovere lo sporco più impavido.

  • Nelle zone in cui l’acqua presenta un’elevata percentuale di calcio, consigliamo di utilizzare dell’acqua distillata per la pulizia.



Step 2: Impregnazione delle scarpe

  • Dopo aver pulito le vostre scarpe, applicate uno spray d’impregnazione impermeabile quando sono ancora leggermente umide. I pori della pelle sono molto aperti quando le scarpe sono umide e permettono al trattamento di impregnazione di penetrare profondamente nella pelle.

  • Si consiglia di applicare regolarmente lo spray d’impregnazione per far in modo che acqua e sporco non penetrino o si attacchino alla pelle.

  • L’impregnazione è particolarmente importante perché il costante contatto dell’acqua con gli scarponi fa perdere traspirabilità e quindi influenza la capacità di regolare la temperatura del piede.

  • Attenzione che un trattamento di impermeabilizzazione richiede circa 24 ore per essere efficace. 




Step 3: Manutenzione delle tue scarpe da trekking

  • Non è importante quando o dove avete utilizzato le scarpe, hanno bisogno di essere pulite regolarmente con prodotti specifici. In particolare se vengono utilizzate frequentemente in condizioni estreme, è fondamentale applicare la pasta-crema per le scarpe – anche su quelle realizzate con la membrana GORE-TEX®.

  • La pelle che è entrata in contatto con l’acqua e quindi si è gonfiata deve essere ripristinata per mantenere la forma, la flessibilità e la durata. Se una scarpa non riceve la manutenzione adeguata, la pelle si asciuga, diventa fragile, le cuciture si tirano lasciando così le tue scarpe irrimediabilmente danneggiate. Per evitare questo, i prodotti per la manutenzione delle scarpe possono essere strofinati con uno straccio e lucidati con una spazzola. Usare attentamente l’asciugacapelli per soffiare l’aria calda sulle scarpe migliorerà la capacità della crema di penetrare nei pori della pelle. 

  • L’applicazione di olii e grassi non è raccomandata perché rendono la pelle molto morbida, non permeabile e la scarpa perde la sua stabilità naturale.



Step 4: Conservazione delle scarpe

  • È consigliato mantenere le scarpe in un sacchetto per scarpe o una scatola in un ambiente secco e ben ventilato. Se l’interno delle tue scarpe è ancora umido, puoi riempirle con della carta di giornale per far assorbire l’umidità e fargli mantenere la loro forma.

  • Non è consigliato conservare le scarpe in un ambiente umido, questo potrebbe causare l’inizio di un processo di ammuffimento.

  • Non è consigliato di conservare le scarpe in ambienti caldi come a diretto contatto con il sole, vicino a un radiatore e nel bagagliaio della macchina.




Step 5: Ulteriori consigli 

  • Le scarpe appena acquistate non richiedono cure supplementari.

  • La fodera in pelle dev’essere trattata di volta in volta con gli appositi prodotti.

  • La fodera in GORE-TEX® non richiede trattamenti speciali, ma può essere pulita occasionalmente con acqua tiepida e sapone.

  • La mancanza di cura della pelle e della membrana possono renderla inefficace. Non è quindi sufficiente spruzzare con uno spray per l’impregnazione le scarpe in GORE-TEX®.

  • Non lavare mai le scarpe in pelle in lavatrice. Le meccaniche del ciclo di lavaggio e le alte temperature possono lavare i pigmenti presenti nella pelle, danneggiare i materiali superiori e rendere inefficaci gli incollaggi, questo porterà al danneggiamento irrimediabile delle scarpe.

  • I pellami (nubuck e pelle scamosciata) possono diventare più scuri dopo l'applicazione di un prodotto impregnante. Tuttavia, l'aspetto originale non sarà completamente ripristinato e per ridurre al minimo la modifica dell'aspetto, si possono usare dei prodotti liquidi specifici per la cura delle scarpe.

  • La pelle liscia (pelle pieno fiore) e quella cerata sono più facili da mantenere e più resistenti all’acqua e allo sporco. 

  • Anche i tessuti utilizzati nelle scarpe devono essere regolarmente impregnati per migliorare la loro capacità di sopportare l’assorbimento dell’acqua e l’aderenza dello sporco.

  • Le scarpe devono essere arieggiate e fatte asciugare dopo ogni utilizzo. Togliete i sottopiedi e allargate i lacci per farle asciugare meglio. Non dimenticate questo passaggio soprattutto negli itinerari di più giorni.

  • Non lasciate mai asciugare le scarpe vicino alla stufa o al fuoco. La pelle umida vicino a fonti di calore e diventa facilmente fragile, crepata e contratta. Questo può spesso provocare fessure irreparabili nella pelle la quale durante la camminata si piega. Anche i ganci e i rivetti possono danneggiarsi durante il processo. Gli acidi, la benzina e il letame impattano i materiali e gli incollaggi delle suole. A causa di questi, può iniziare un processo di degradazione che può distruggere le tue scarpe ASOLO. Evitate il contatto con queste sostanze e assicuratevi di pulire accuratamente le scarpe nel caso in cui ne entriate in contatto.


Decomposizione della zeppa e separazione dalla suola (Idrolisi)

L'idrolisi è la rottura chimica di un composto dovuto alla reazione con l'acqua. Nel nostro caso, si parla di poliuretano (PU) che viene utilizzato per realizzare l’intersuola (la componente che si trova tra la suola e la tomaia/suoletta). Questa, può assorbire gradualmente l'umidità nel tempo e deteriorarsi. Il poliuretano quindi diventa più duro, più poroso e, a un certo punto, comincia a sbriciolarsi. In casi estremi, può disintegrarsi completamente e la suola potrebbe levarsi dalle tue scarpe.

La maggior parte dei produttori di calzature da montagna e trekking di alta qualità utilizzano il PU in quanto è il materiale più adatto - nonostante l'idrolisi. Per questo tutti i produttori di calzature devono affrontare il problema dell'invecchiamento del poliuretano. Si prega di notare che l'idrolisi non è visibile dall'esterno perché il deterioramento avviene dall'interno e anche le scarpe che hanno un look nuovo potrebbero sgretolarsi; quindi, consigliamo di testare le scarpe prima di indossarle per un lungo viaggio, soprattutto se sono rimaste in uno scaffale per un po’ di tempo.

Una corretta conservazione delle scarpe può aiutare a prevenire l'idrolisi: le scarpe si mantengono meglio in condizioni asciutte e ben ventilate e non devono mai essere esposte ad alta temperatura. Questi fattori accelerano scientificamente il processo di idrolisi. Ci sono differenze significative rispetto a quando si stabilisce l'idrolisi; al momento, stimiamo che si avvia intorno ai sei o sette anni dopo che l’intersuola è stata prodotta. Vale la pena considerare che la data di fabbricazione della suola potrebbe essere molto tempo prima della data di acquisto delle tue scarpe. Inoltre, il tempo di approvvigionamento per la suola, l'immagazzinamento della suola e la produzione in Asolo, più la consegna ai rivenditori e l'ulteriore magazzinaggio possono addizionarsi. Quando si acquista un paio di scarpe Asolo in un negozio, potrebbero essere stati sullo scaffale per alcuni mesi. Se trovi un paio di modelli dell'anno scorso durante le svendite, allora le scarpe potrebbero anche essere nel negozio da qualche anno, ti consigliamo di chiedere maggiori informazioni al tuo rivenditore. Tieni questo a mente quando provi a capire quanto vecchie sono le tue scarpe.
 


Come proteggere le scarpe dall’idrolisi:

  • Conserva le tue scarpe in un ambiente buio, secco e ben ventilato
  • Tieni le scarpe distanti da fonti di calore
  • Pulisci le scarpe regolarmente
  • Rimuovi il fertilizzante, letame o altro con l’acqua


Nel caso in cui ti accorgessi che le tue scarpe sono affette da idrolisi, nulla è perduto. Le calzature Asolo sono realizzate con costruzione montata e possono essere facilmente risuolate con una nuova intersuola e suola.


Risuolatura

Se la vostra scarpa è ancora in una condizione ragionevole, ma la suola è usata e consumata, potete trarre beneficio dal servizio di risuolatura.

ASOLO crea le sue calzature utilizzando il metodo di costruzione chiamato “montato”. La costruzione montata è una tecnica di costruzione delle calzature tradizionale e complessa in cui la parte della tomaia viene lavorata e messa in una forma prima che la suola venga applicata direttamente alla tomaia. Questa tecnica richiede molta arte ed esperienza per questo il risultato è una scarpa molto resistente con una stabilità eccezionale e di lunga durata.

Anche le calzature montate hanno il vantaggio di poter essere risuolate più volte. Per fare questo, la vecchia suola viene completamente rimossa. Ciò significa che, se richiesto, può essere rinnovata anche la protezione in gomma intorno alla scarpa. La nuova suola viene poi fissata (montata) direttamente alla parte superiore.

Se la vostra calzatura è ancora in buone condizioni, tutte le calzature ASOLO possono essere risuolate. Potete consultare un calzolaio di fiducia, portare le vostre calzature ad un rivenditore autorizzato ASOLO per un consiglio o potete contattarci direttamente qui.