Si fa riferimento in particolare alla Dichiarazione dei Diritti Umani delle Nazioni Unite, nonché ai principi del Patto Globale delle Nazioni Unite, alle Convenzioni OIL e agli standard OCSE per le multinazionali.

Fondamentalmente tutti i requisiti legali generali (come per esempio i Regolamenti ambientali) devono essere rispettati e sono guidati dagli standard più precisi.

Tutti i fornitori e partner commerciali di Asolo, inclusi tutti i loro dipendenti [per semplicità, non verrà utilizzata anche la forma femminile; tuttavia, si deve comprendere del fatto che l’uso esclusivo della forma maschile si debba comprendere come neutro rispetto al genere] sono soggetti a questi standard.

Il presente Codice di Condotta non ha alcuna pretesa di affrontare ogni situazione che può sorgere, ma deve essere inteso come espressione di requisiti minimi.

Protezione ambientale: Ogni partner commerciale deve rispettare le leggi e le normative ambientali vigenti. Inoltre, è fondamentale che tutti si impegnino in un uso responsabile delle risorse naturali e evitino l’inquinamento dell’ambiente. Lo smaltimento e altri obblighi connessi all’uso di sostanze pericolose (per esempio prodotti chimici) devono rispettare tutti i requisiti legali minimi.

Lavoro minorile: Il lavoro minorile è vietato dalle disposizioni delle Nazioni Unite e dell'OIL. Qualsiasi forma di lavoro minorile non è consentita. Tutti i lavoratori devono soddisfare l’età scolare minima o l’età di 15 anni (in alcune aree, l’età lavorativa minima permessa può essere più alta).

I giovani non possono mai essere impiegati nei turni notturni né chiedere loro di lavorare più di 8 ore al giorno. I diritti dei bambini devono essere sempre protetti.

Si applicano le Convenzioni OIL 138, 142, 182 e la raccomandazione 146. [le convenzioni OIL si riferiscono qui ai turni di notte per i giovani (79), l’età minima (138+146), lo sviluppo delle risorse umane (142) e le forme peggiori di lavoro minorile (182); vedere: http://www.ilo.org/dyn/normlex/en/f?p=1000:12000:2740206259794704::::P12000_INSTRUMENT_SORT:4)]

Orario di lavoro: L'orario di lavoro deve seguire le disposizioni o gli standard legali validi (si applicano le norme più rigorose). Il normale orario di lavoro non può superare le 42 ore settimanali e un massimo di 8 ore di straordinario alla settimana. Le ore di straordinario devono essere volontarie e potrebbero non verificarsi regolarmente. 

I dipendenti hanno il diritto ad almeno un giorno libero a settimana.

Si devono applicare le Convenzioni OIL 1, 143. [le Convenzioni OIL qui riferite si riferiscono alle ore di lavoro (1) e al giorno libero settimanale (14)]

Salari, straordinari e benefici: I dipendenti devono ricevere il salario minimo legale o un salario minimo che sia coerente con gli standard aziendali (si applica il massimo). I partner commerciali dovrebbero pagare salari che coprano il costo della vita con una piccola parte ancora disponibile per le spese discrezionali se il salario minimo previsto dalla legge non è sufficiente. I lavoratori devono essere pagati regolarmente e tempestivamente. Le ore di straordinario devono includere un bonus basato su disposizioni di legge o standard di settore (si applica il valore più elevato). Inoltre, ogni dipendente ha il diritto a tutti i benefici richiesti dalla legge (per esempio indennità di malattia, ferie, congedo parentale) così come l’emissione di regolari dichiarazioni salariali (con informazioni facilmente comprensibili con una scomposizione della retribuzione in deduzioni e premi). Sono vietate le detrazioni salariali come misure disciplinari. Si applicano le Convenzioni OIL 26, 102, 131. [le Convenzioni OIL qui riportare si riferiscono al salario minimo (26+131) e alla sicurezza sociale (102)]

Lavori forzati e misure disciplinari: Tutti i dipendenti devono impegnarsi a lavorare su base volontaria. Qualsiasi forma di lavoro forzato, vincolato o carcerario è severamente vietata nella produzione dei prodotti Asolo e non rientra in alcun modo nella filosofia aziendale. I dipendenti devono essere trattati con rispetto e dignità. È vietato l’uso di molestie fisiche, psicologiche, sessuali o verbali o qualsiasi altra forma di intimidazione. I dipendenti che segnalano il mancato rispetto del Codice Etico e/o dei vigenti standard internazionali non possono essere disciplinati in alcuna forma o modo. [Le Convenzioni OIL qui contenute si riferiscono al lavoro forzato (29+105)].

Salute e sicurezza nel luogo di lavoro: Le misure di protezione nel luogo di lavoro devono essere regolarmente monitorare e garantite. Il luogo di lavoro non deve neanche mai mettere a rischio la salute dei singoli dipendenti. I potenziali rischi sul luogo di lavoro vanno evitati (anche tramite sistemi antincendio, uscite e percorsi di emergenza e misure di pronto soccorso) e i dipendenti devono essere formati dal datore di lavoro su ogni rischio di salute e sicurezza (per esempio con formazioni specifiche). Tutti i materiali pericolosi devono essere adeguatamente etichettate e conservate in modo sicuro. Una scheda di dati sulla sicurezza dei materiali deve essere sempre disponibile e a libero accesso per i dipendenti nel luogo di lavoro. La scheda dei dati deve anche includere informazioni sulle procedure di emergenza. I lavoratori devono anche avere accesso ai servizi igienici sanitari e avere sempre accesso ad acqua sufficiente.

Se sono richiesti dormitori, devono essere puliti e sicuri. Sono da applicare la Convenzione OIL 155 e la raccomandazione 164. [la Convenzioni OIL qui riportata si riferisce alla sicurezza sul lavoro (155) e una raccomandazione OIL per la protezione della salute (164).]

Discriminazione: Le discriminazioni di qualsiasi tipo non saranno tollerate in Asolo. È severamente vietata qualsiasi differenziazione nel trattamento, assunzione, cessazione o avanzamento sulla base del genere, età, religione, opinione politica, nazionalità, orientamento sessuale, origine sociale o qualsiasi altre differenze personali sono strettamente proibite. Si devono applicare le Convenzioni OIL 100, 111, 143, 158, 159. [Le Convenzioni OIL qui presenti si riferiscono alla remunerazione (100), discriminazione (111), lavoratori migranti (143), cessazione di un rapporto d’affari (158) e la riabilitazione professionale e l’occupazione dei disabili (159)].

Libertà di associazione e contrattazione collettiva: I dipendenti hanno la libertà di costituire associazioni o organizzazioni che siano a servizio e proteggano i lavoratori. Se la libertà di associazione è limitata a causa delle normative locali, ai dipendenti sarà permesso eleggere un collega che rappresenti loro e i loro interessi. Come minimo, i fornitori devono sostenere forme alternative di assemblea per ulteriori negoziati congiunti. 

Si applicano le Convenzioni OIL 87, 98, 135, 154 e la raccomandazione 143 [le Convenzioni OIL qui contenute si riferiscono alla libertà di associazione (87), ai lavoratori migranti (98+143), ai rappresentanti del lavoratore (135) e contrattazione collettiva (154)].

Corruzione e doni: Non è consentito accettare doni e altri favori personali, a meno che non sia stato ottenuto un valore nominale o un consenso scritto dai superiori. Tutti i favori, oltre a quelli menzionati, sono vietati e devono essere rifiutati. L’offerta di tali favori deve essere immediatamente segnalata ad Asolo.

Conformità e controllo: Asolo prevede che tutti i partner commerciali seguano le norme e gli standard legali stabiliti. Inoltre, Asolo si riserva il diritto di condurre verifiche casuali e/o ispezioni di fornitori/prodotti in qualsiasi momento. Le verifiche dei fornitori possono avvenire in modo indipendente sulla base di un piano di controllo concordato con Asolo e, come minimo, si verificano ogni due anni. Ad Asolo sarà consentito l’accesso del partner commerciale agli impianti di produzione per le ispezioni in qualsiasi momento. È anche obbligatorio il trasferimento di tutte le scritture contabili rilevanti. Il fornitore che è stato ispezionato ha il diritto di discutere dei risultati del processo. Eventuali infrazioni devono essere registrate in un Piano d'azione correttivo e devono essere corretti entro un lasso di tempo ragionevole. Il fornitore sarà assistito da Asolo in questa azione. 

Sanzioni per inadempienza: Asolo ha il diritto di porre fine ad un rapporto commerciale in caso di reati gravi (come per esempio reati sui diritti umani) che non vengono rettificati in base al Piano di Azione Correttivo. Se un fornitore pone in seguito rimedio ad un reato o a infrazioni, può verificarsi l’opportunità di impegnarsi nuovamente in un rapporto di lavoro.

Rapporti con i fornitori: Asolo si impegna a produrre le proprie calzature in Europa (attualmente il 90%) e quindi promuovere rapporti diretti e a lungo termine con i fornitori. 

Sistema amministrativo: Il Codice di Condotta sarà introdotto, implementato ed eseguito dai partner commerciali utilizzando un sistema amministrativo (ad esempio per chiarire responsabilità e documentazione). Entro un ragionevole periodo di tempo e con una scadenza fissata da Asolo, i fornitori forniranno una giustificazione relativa alla corretta istituzione del sistema amministrativo, supponendo che uno già non esista. Asolo sarà lieto di assistere i suoi partner commerciali in questo processo. I partner commerciali che stipulano un contratto con altre parti (come per esempio i subappaltatori di Asolo) devono garantire ed essere responsabili dell’accertamento di conformità da parte di detti fornitori. 

Procedura di segnalazione e reclami: Per ottenere ulteriori informazioni in merito alle infrazioni delle disposizioni legali generali e/o in generale sul Codice di condotta, si prega di contattare Asolo in qualsiasi momento. Non è possibile adottare misure disciplinari nei confronti dei dipendenti che presentano reclami per inadempienza.

Prodotto aggiunto alla wishlist
Product added to compare.